A forma das ideias: design italiano do pós-guerra

12/12/2016

In Brasile una mostra ideata dalla Fondazione Cirulli dal titolo A forma das ideias: design italiano do pós-guerra (La forma delle idee: il design italiano nel dopoguerra) racconta con taglio inedito e multidisciplinare, attraverso i materiali della nostra collezione, la storia del design italiano. La mostra è organizzata in collaborazione con l'Instituto Tomie Ohtake di San Paolo e attraverso le opere dei maggiori artisti e designer italiani, da Bruno Munari a Ettore Sottsass, da Erberto Carboni a Pininfarina, da Marco Zanuso a Piero Dorazio e Franco Grignani, ripercorre la nascita del made in Italy dal dopoguerra fino ai primissimi anni Settanta.

Il progetto di mostra intende raccontare la trasversalità del saper fare italiano attraverso le personalità poliedriche di artisti e designer, la cui creatività si manifesta nel disegno della macchina da corsa della Cisitalia, così come nel brevetto della macchina da caffè Pavoni, nelle invenzioni delle campagne di comunicazione per Fiat, Pirelli, Campari e Barilla o piuttosto nella creazione di vere e proprie icone come la Lambretta Innocenti, la Lettera 22 di Marcello Nizzoli e il televisore Algor Brionvega di Marco Zanuso.

 

14 Dicembre 2016 - 5 Febbraio 2017

A forma das ideias: design italiano do pós-guerra

Instituto Tomie Ohtake, San Paolo, Brasile