collezionisti

Ci sono tanti episodi, coincidenze, casualità, incontri fortunati che mi fanno pensare che alcune volte siano le stesse opere a trovarmi, forse come ricompensa per una vita trascorsa a rincorrerle.
Massimo Cirulli

collezionisti | comitato scientifico | staff

Massimo e Sonia Cirulli iniziano a collezionare nei primi anni Ottanta a New York.

Si tratta inizialmente di una passione che Massimo Cirulli affianca all’attività di consulente per le banche, frequentando l’ambiente artistico newyorkese insieme ad amici e colleghi che lo guidano alla scoperta delle avanguardie storiche e della grafica pubblicitaria. Ed è proprio l’assenza del manifesto italiano a colpirlo e a dare il via all’avventura collezionistica, insieme alla moglie Sonia Pellegrini.

Un viaggio che li ha messi sulle tracce degli artisti della tradizione grafica italiana (da Roberto Metlicovitz agli eredi Dudovich, a Lilia Pratelli, figlia di Esodo Pratelli), attraverso gli eredi e gli incontri con figure chiave della storia della comunicazione, dal direttore della Ricordi, Eugenio Grassi, ad Armando Testa.

 

Dalla visita alla mostra del collezionista Micky Wolfson, Italy 1900-1945, notwihstanding the night, nel 1984, nasce l’intuizione e l’ambizione, portata avanti ancora oggi, di voler raccontare l’Italia e l’Arte del Novecento attraverso il dialogo serrato tra pittura, manifesto, design, disegno progettuale, libri e fotografia editoria e architettura, ricostruendo per immagini lo Stile italiano e il legame storico tra l’arte e il sapere fare, tra gli artisti e le grandi imprese italiane. Una visione che si è tradotta in una precisa politica di acquisizioni di opere di artisti attivi fra gli inizi e la seconda metà del Novecento, seguendo la regola del mercante d’arte di Boston, Berenice Jackson: “First ten seconds”, 10 secondi per scegliere un’opera d’arte. Senza seguire le mode e i collezionisti di firme.

comitato scientifico

collezionisti | comitato scientifico | staff

Pierpaolo Antonello, University of Cambridge
Contessa Maria Fede Caproni, Caproni Museum
Nicola Lucchi, New York University
Ara H. Merjian, New York University
Jeffrey T. Schnapp, MetaLab (at) Harvard, Harvard University

staff

Massimo Cirulli, Direzione

Sonia Pellegrini, Responsabile Archivio e coordinamento organizzativo

Vittoria Cirulli, Comunicazione e social media

Nicola Lucchi, Responsabile scientifico e relazioni esterne, New York