Italia del miracolo

Arte, design e pubblicità 1948 - 1968

dal 30/07/2014 al 06/11/2014

Museo Piersanti e Chiesa di Sant’Agostino
Via Umberto I, 11
Matelica MC
Italia

La mostra racconta del "boom economico", fenomeno tipicamente italiano che contraddistingue l’esplosione di creatività e la nascita di un nuovo stile di vita, in Italia, nel periodo a cavallo tra la metà degli anni Quaranta e i primi anni Sessanta. Sono, questi, anni di profondo cambiamento nei costumi e nelle abitudini degli italiani anche grazie al sentimento di rinnovato ottimismo che si instaura dopo la desolazione della guerra. Un’inarrestabile ondata di felicità progettuale si riversa su tutti gli ambiti del vivere e arriva a definire le specificità del nuovo tessuto imprenditoriale che giocherà un ruolo fondamentale per la nascita di prodotti squisitamente italiani, riconosciuti come tali in tutto il mondo, summa di tradizione e saper fare: nasce il Made in Italy.


La mostra ripercorre gli anni gloriosi di questo “miracolo italiano” attraverso un percorso ideale che si snoda lungo tre sezioni. Il racconto della “pubblicità bambina”, come la definisce Sinisgalli, indica l’esigenza primaria di legare i nuovi prodotti ad esperienze piacevoli, lontane dal clima di povertà e sofferenza della guerra. Sarnno i migliori artisti del panorama italiano, fra cui Erberto Carboni, Bruno Munari, Marcello Nizzoli e Giovanni Pintori, a scrivere la storia della pubblicità dando sfoggio della loro potenza creativa.


“L’Italia che si muove” narra di come gli italiani scoprono il tempo libero, la fuga dalla città per il fine settimana, in 500 e 600 o sulla Lambretta o la Vespa, e delle innovative campagne pubblicitarie firmate Eni che coinvolgono artisti come Federico Seneca e Carlo Mollino. L’ultima sezione è dedicata all’industria tessile italiana, capace di coniugare valore artistico e artigianalità con un occhio rivolto alla produzione industriale: artisti come Ettore Sottsass, Lucio Fontana, Piero Dorazio e Franco Grignani, per citarne alcuni, contribuiranno a rilanciare il comparto tessile italianoche diventerà competitivo a livello internazionale.

Le foto della mostra